figli

Fare spazio

30 gennaio 2016

Fare spazio

Ho pelato e tagliato una carota, una patata e una zucchina. Le ho messe in una pentola, le ho coperte d’acqua e ho acceso il fuoco sotto.

Sono andata a darle un’occhiata. Dormiva, le ciglia lunghe, le mani aggrappate ai sogni, e quei capelli con la cresta.
La casa è silenziosa, gli altri due sono fuori a fare spese, si sente solo il vento contro le persiane.
Sono tornata in cucina, ho appoggiato il telefono sul tavolo. Ho guardato fuori dalla finestra, il giardino non ha più foglie, nessun fiore. Un mese fa sono venuti due giardinieri a portare via tutto ciò che stava morendo. Sembravano parrucchieri, e alla fine della mattina gli alberi erano come bambini al loro primo taglio di capelli.
«Ci rivediamo in primavera», mi hanno detto andando via.
Bisogna fare spazio alla primavera, ho pensato io.

Ho guardato il calendario. Manca poco all’arrivo di quei fiori. E mancano 8 giorni ai suoi 6 mesi.
Non sono pronta per questo tempo che vola via veloce, non lo sono mai stata.

Ma ho voglia di colori, e di cielo azzurro e sole. E di mani che diventano grandi, e di piedini che camminano.
Bisogna fare spazio alla vita di un figlio, anche se sarà sempre più indipendente dalle tue braccia.

Ti potrebbe interessare anche

4 Commenti

  • Rispondi Martha 1 febbraio 2016 at 14:10

    Tra le tue parole e gli ormoni dell’allattamento non ho avuto scampo..commossa! 🙂

  • Rispondi paola 10 febbraio 2016 at 11:05

    Valentina…auguri!
    torno oggi sulle tue pagine, proprio nella settimana in cui rientro a lavoro, dopo la terza maternità, al sesto mese del mio bimbo (e i nostri tempi e spazi in tal senso coincidono), proprio nella settimana in cui ridono vita al mio vecchio piccolo blog 🙂

    • Rispondi Valentina Stella 13 febbraio 2016 at 19:52

      Ciao Paola! Scusami se non ti ho risposto prima ma sono tornata a Torino e sono stata presa da mille cose…grazie mille e tantissimi auguri a te!!!
      Un abbraccio grande!

    Lascia una Risposta