Senza categoria

Vi devo dire

16 settembre 2015

Vi devo dire

Che vi ho sempre desiderate, e vi ho desiderate proprio come siete, anche se andavo in giro a dire che io di figli non volevo nemmeno sentir parlare.

Che il tempo passa velocissimo, e usarlo per odiare è una sorta di suicidio.

Che dai calzini lasciati accanto al letto non nascerà una pianta, né tantomeno dalle scarpe mollate all’ingresso di casa. Vi piacerebbe ma no, ve lo dico per esperienza, non succede mai, nonostante io ci provi ogni giorno.

Che il vero amore deve farvi ridere. Tutto passa, ma la voglia di ridere insieme no, quella resta, e sarà il cemento armato delle vostre case.

Che il modo migliore per non invecchiare mai è continuare ad avere voglia di imparare.

Che la timidezza nasconde quasi sempre un cuore gentile.

Che se non avessi mai viaggiato da sola, totalmente sola, forse non mi sarei conosciuta davvero.

Che in fondo è tutto scritto nelle canzoni di Bruce Springsteen, e per questo ve le faccio ascoltare quasi ogni giorno.

Che qualcosa l’ha detto pure Max Pezzali, e nel finale de La dura legge del gol io leggo una metafora dell’Italia, perché gli altri segneranno però che spettacolo quando giochiamo noi, non molliamo mai. 

Che gli ombrelli non servono a nulla: basta un cappello. E poi con l’ombrello è più difficile saltare nelle pozzanghere (però aspettate che mi allontani, per favore).

Che è obbligatorio mordere il sedere a una baguette appena sfornata, anche se poi ti rovini la cena. 

Che il rancore ingrigisce la pelle.

Che ridere fa venire delle rughe bellissime.

Che espatriando a volte ci si sente ancora più innamorati e orgogliosi del proprio Paese.

Che forse la vostra generazione imparerà il valore dell’accoglienza, e sarà migliore della nostra.

E che insomma, se mi dimenticherò tutte queste cose, potrete sempre leggerle qua.

Ti potrebbe interessare anche

9 Commenti

  • Rispondi Ophelinha 16 settembre 2015 at 11:11

    E io invece volevo dire alle 2 stelline che hanno una mamma tostissima (nel caso in cui lei se lo dimenticasse mai)
    😉

  • Rispondi Lucia Malanotteno 16 settembre 2015 at 11:26

    Me le appunto anche queste cose, per i miei figli, per quanto le condivido nella loro dolcezza!

  • Rispondi Veronica 16 settembre 2015 at 11:35

    Anch’io sai, lo penso e lo dico sempre a mia figlia che viaggiare ma anche stare da sola senza troppi fidanzati precoci ti fa capire chi sei e cosa vuoi da grande.

    • Rispondi Valentina Stella 16 settembre 2015 at 14:23

      Ciao Veronica! Sono d’accordissimo: la solitudine può anche essere faticosa ma ti insegna molto su ciò che sei e su ciò che vuoi diventare.

  • Rispondi Clodi 16 settembre 2015 at 15:22

    ♥♥

  • Rispondi Luciana 21 settembre 2015 at 13:02

    Oh cara… è tutto vero…
    principalmente la parte sulle canzoni di Bruce e sui colpi di saggezza di Max – da vero miracolato se poi senti le sue interviste! 😀
    Spesso metto Thunder road, la ‘canzone della mia vita’ (ne ho varie in realtà), per le mie piccole alla messa a letto e piace un sacco a loro… faccio un pò la DJ verso le 21 e penso a tante cose che leggo qui nella tua lettera proprio a quell’ora.
    Buona avventura, ragazze !

  • Lascia una Risposta