figli

Non è mai troppo presto

22 settembre 2015

Non è mai troppo presto

«Quando avevo la tua età, in prima elementare, a volte mi mettevo la gonna per andare a scuola, e alcuni compagni mi facevano i dispetti alzandomela. Allora io prima mi arrabbiavo con loro, poi, se non la smettevano, andavo a chiamare la maestra. Succede di avere compagni di scuola che ti fanno scherzi che non ti piacciono. Tu prova a difenderti, e poi, se questi continuano, chiedi aiuto».

«Mamma, potevi non metterti più la gonna».

«No, amore mio. Ho continuato ad andare a scuola in gonna, quando ne avevo voglia. Non ero io che dovevo cambiare, erano loro».

Non è mai troppo presto per raccontare a una bambina cosa vuol dire essere donna, ed essere una donna libera di scegliere.

Ti potrebbe interessare anche

4 Commenti

  • Rispondi Erika 22 settembre 2015 at 12:58

    Già… è una lotta, quella di tentare di affermare le proprie libertà. Con l’attenzione che non invadano le libertà altrui.
    Tuttavia i bambini hanno un modo acuto di trovare strategie adatte alla loro sopravvivenza. Probabilmente a tua figlia delle gonne non importa nulla… ma di qualcos’altro probabilmente sì, allora il principio è il medesimo.
    Resta che passano le generazioni, ma i genitori capaci di insegnare una certa ‘educazione’ sono ancora una minoranza: non è un caso che occorrono centinaia di migliaia di anni per evolversi davvero… 😉
    Un caro abbraccio
    Erika

  • Rispondi Mimma 22 settembre 2015 at 18:44

    Ho appeno letto a giada la storia di Elmer l’elegante multicolor che non si sentiva a suo agio perché era diverso . Non ti racconto la storia . Però non so dirti quanto mi è piaciuto questo post . Ti abbraccio

  • Lascia una Risposta