le storie di Guia

Le storie di Guia: Super Naso

23 febbraio 2015
Nella foto, Super Bolla Malvagia 6 che mangia un gelato. Credits Guia
Guia ha deciso di inventare storie per la sorellina che arriverà. E poi mi ha chiesto se anche lei può «scrivere un libro». Ora, scrivere un libro forse è un progetto ambizioso per la sua età, ma dettare le sue storie a me e pubblicarle qui si può fare 🙂

C’era una volta un naso gigante, molto buono. Si chiamava Super Naso.
Super Naso viveva sulla terra. Un giorno diventò ancora più gigante e la settimana dopo impazzì e decise di prendere la terra tutta per sé.
Quindi da Super Naso uscì una caccola gigante – che si chiamava Super Caccola – che invase la terra e la intrappolò dentro di sé. Dalla pancia di Super Caccola uscirono tante caccole piccine che si chiamavano Mini Caccoline.
Arrivò un supereroe chiamato Super Spalla, e fece svenire tutte le Mini Caccoline e anche Super Caccola.
Super Spalla decise di riportare la terra al suo posto ma arrivò un super malvagio, chiamato Super Bolla Malvagia 6, travestito da supereroe, che gli disse «Non spostarla: me ne occupo io».
Super Spalla gli disse: «Voglio vedere se sei veramente un supereroe: devo guardarti sotto il costume».
«No! Mi vedrai tutto nudo!»
«Io voglio vederti! Devo essere sicuro che tu sia buono!»
Così Super Spalla tolse a Super Bolla Malvagia 6 il mantello e il costume e vide che era un super malvagio e quindi cominciarono a combattere.
Super Bolla Malvagia 6 stava per attivare un laser ma Super Spalla gli diede un calcio super e una super spinta. Super Bolla Malvagia 6 disse «Va bene, hai vinto tu, me ne vado» e poi disse alle Mini Caccoline e a Super Caccola «Andiamo ragazze! Scappiamo!»
Super Spalla gli disse «Non è che devi andartene: devi solo essere buono!»
Super Bolla Malvagia 6 allora gli rispose «Quindi potremmo essere amici?»
«Va bene ma solo se tu sei buono».
Diventati amici, cominciarono a chiacchierare. Ma non si accorsero che Super Naso aveva cominciato a inspirare e stava risucchiando tutta la terra.
Quindi arrivò il supereroe più forte, Super Banana, che tirò fuori tutti da Super Naso e con la sua buccia ripulì dalle caccole tutta la terra. Alla fine disse «Sarò sempre al vostro servizio, promesso».
Una fata, Brilly, con la sua bacchetta toccò Super Naso e disse la formula magica:
«Sarai buono per sempre,
non litigherai per niente,
giocherai con tutti
allontanerai i farabutti,
farai tanta amicizia
anche con l’immondizia».
Super Naso andò sulla terra, chiese scusa a tutti e tutti diventarono amici.

Fine della storia.

8 Commenti

  • Rispondi Luciana fl 23 febbraio 2015 at 19:59

    Bella ma io che aspettavo l’arrivo del super fazzoletto ho visto arrivare super banana! 😀

    • Rispondi Vale - Bellezza Rara 24 febbraio 2015 at 12:11

      Hai ragione!!! In effetti nemmeno io ho capito molto l’arrivo di Super Banana…:D

  • Rispondi verdeacqua 24 febbraio 2015 at 10:13

    geniale. E sono sollevata le caccole siano ovunque, in ogni casa e in ogni racconto! 😉

  • Rispondi Anonymous 24 febbraio 2015 at 23:00

    Grande! Una figlia d’arte!
    Mio figlio di quasi 5 anni si è fatto un sacco di risate!! …le stesse che ho fatto io questa mattina leggendo la storia in ufficio… e cercando di non ridere in modo troppo rumoroso :-)!!

    • Rispondi Vale - Bellezza Rara 25 febbraio 2015 at 13:41

      🙂 Sono contenta che sia piaciuta anche a tuo figlio!!!
      E grazie mille per il “figlia d’arte”!!!

  • Rispondi AliceOFM 25 febbraio 2015 at 12:52

    Ma la storia ha anche la sua morale sul perdono e la giustizia! Mica roba alla Violetta e Peppa Pig!
    Direi un racconto…super!
    Brava Guia: uno scrittore deve avere tanta fantasia 🙂

    Alice

    • Rispondi Vale - Bellezza Rara 25 febbraio 2015 at 13:43

      Grazie Alice! Le è piaciuto un sacco inventarla. Evidentemente il laboratorio di lettura che sta facendo alla scuola materna le sta servendo, sono molto contenta.
      Ciao! 🙂

    Lascia una Risposta