figli frasi piccole piccole Guia

Unica

10 settembre 2014

Arriviamo alla macchina veloci, siamo sempre in ritardo, io il ritardo ce l’ho nel dna, o forse è un virus che ho preso da piccola, non so, comunque il punto è che corro sempre, e da qualche anno a questa parte la mattina corro con una mano piccina aggrappata alla mia.
Apriamo le portiere, io continuo a dire «Dai, dai, dai, muoviamoci», ci allacciamo le cinture e poi finalmente ci buttiamo nel traffico sperando che sia una di quelle mattine magiche in cui i semafori per compassione si mettono tutti d’accordo uno con l’altro e ci lasciano passare facendo un’onda verde di occhiolini.
Accendo la radio, collego l’iphone e lei mi dice «Mi metti la canzone delle Winx?» e io non ho nessun problema, davvero, nessuno, perché c’è una canzone delle Winx che mi ricorda un periodo preciso della mia vita, un periodo meraviglioso in cui ho incontrato il mio amore grande, e forse se l’ho incontrato è anche grazie a quelle sei piccole fatine.
«Certo, amore». E mentre la cerco mi dico che è bellissimo avere una canzone nostra, che ascoltiamo sempre, ed è proprio quando una figlia ha più o meno cinque anni che si crea un legame che non è più solo dipendenza ma è piacere di stare insieme, fare delle cose insieme, vivere la vita insieme.
Arriva quindi quella canzone, e fatemi dire che è anche una bella canzone, con le chitarre che la fanno quasi sembrare rock (e a noi piace il rock), e poi quel ritornello che ti fa venire voglia di ballare, e insomma, io continuo a guidare cantando a squarciagola e davvero mi sembra di essere unica, e di poter essere tutto ciò che voglio, e sono felice che mia figlia di cinque anni sia lì, nel sedile posteriore, a ballare e cantare insieme a me, e a sentirsi unica anche lei, e fortissima.
E poi.
Mi giro.
E lei è lì, sul suo seggiolino, ferma, e mi guarda. Con uno sguardo a metà fra l’infastidito l’annoiato e il compassionevole.
E mi dice:
«Mamma. Per favore. Puoi smettere di cantare? Canti malissimo».

Ti potrebbe interessare anche

8 Commenti

  • Rispondi Il Frutto Della Passione 10 settembre 2014 at 13:27

    Unica, è il titolo perfetto. Quante volte capita che siano proprio i bambini a lasciarci senza parole, a togliere anche un po’ di magia se vogliamo, con la loro innocente sincerità. Il mio lo fa già alla soglia dei tre anni, ma sono curiosa di arrivare ai cinque e provare quel legame di cui parli.
    Per forza di cose la canzone delle Winx non la conoscevo, ma ha davvero una base… rock!!

  • Rispondi Mimma Zizzo 10 settembre 2014 at 20:07

    Fantastica ..,oggi entrambe abbiamo parlato di amore . Io il legame con la mia inizio già a sentirlo ora. Adoro stare in sua compagnia e inizia pure a riprendermi . Mamma basta con il cellulare !!! Ahhh le winxs,,,

  • Rispondi Anonymous 10 settembre 2014 at 20:47

    Ma…povera zia!!! Giulia

  • Rispondi grazia 11 settembre 2014 at 10:41

    ahahaha! come sanno essere tranchant i nostri figli nessun altro! 🙂
    ma tu continua…con il tempo capirà! 😀

  • Rispondi verdeacqua 12 settembre 2014 at 11:37

    siete bellissime!!!

  • Lascia una Risposta