figli futuro mamme

Un baule pieno di regali

29 maggio 2014
Un baule pieno di regali
Ho preparato di nascosto un baule pieno di regali. L’ho costruito io, è di prato verde e cielo blu, e ha la serratura d’oro e argento chiaro.
Dentro ho messo quel paese pieno di caramelle a forma di ciucci, orsetti e piccole dentiere di cui abbiamo parlato quella volta: è tutto tuo, potrai tuffarti e stare a pancia in su, a guardare le nuvole fatte di zucchero filato.
Ho messo il calore degli amici che non ti abbandoneranno mai, e ho messo anche quell’abbraccio, quello che riconoscerai negli anni, quello che ti farà sentire a casa sempre.
Ho messo una bottiglia del coraggio che hai tirato fuori l’altro giorno, quando hai imparato a saltellare da un cubo all’altro, in quei giardini nascosti fra i palazzi.
Ho messo la curiosità, in tanti piccoli coriandoli. Portatene uno sempre in tasca, e sii curiosa anche di indossare i panni di chi ti sta di fronte.
Ho aggiunto la paura, in una scatolina. Quella che ti stringe il braccio, e ti fa pensare. E ti presenta lo scenario, una fotografia un po’ sovraesposta, con i piccoli dettagli da analizzare piano.
Ho messo un disco pieno di risate. Quelle che suonano come una giravolta e ti tolgono il respiro. Quelle sottili, che ti scappano dalla bocca e cerchi di inseguire. Quelle che ti nascono nel cuore e sono troppo belle per buttarle fuori. Ho messo anche quelle amare, perché così potrai usarle per passare oltre.
Ho aggiunto un mantello trasparente fatto di libertà: indossalo ogni mattina, perché nessuno possa dirti che non puoi volare.
Ho messo anche un barattolo di vernice color dell’ironia. Perché tu possa dipingerti le mani, per afferrare tutto senza mai farti male.
Ho messo il sapore delizioso del primo bacio quando ancora deve arrivare, e tu starai lì, con l’anima sospesa e il cuore ballerino.
Ho ritrovato in camera la voglia di credere in un’idea, in un amore e nelle persone, l’ho sprimacciata e l’ho messa nel baule. Ti cullerà la sera, e ti farà svegliare allegra.
Ho messo la mia foto e quella di tuo padre, e le canzoni pazze ballate con i piedi di velluto. Ho versato con le mani tutte le note, una dopo l’altra, tintinnanti e allegre.
Ho cucito un planisfero con i ricordi dei nostri viaggi, l’ho ripiegato bene e l’ho messo nel baule. Ci sono tanti buchi, e c’è bisogno dei cieli che vedrai tu domani.
Sono andata a scavare nei miei quattordici anni, ho preso un cuore succoso, pieno di speranza e l’ho messo nel baule. Ti servirà quando il cielo si farà troppo grigio, o quando tutti ti diranno che ormai è finita.
Ma ho preso anche un cuore di biscotto, perché possa sbriciolarsi davanti alle emozioni belle.
Ho messo la polvere di tutti i sogni che sognerai: era sul tuo cuscino, l’ho raccolta con la paletta che usi in spiaggia.
Ho messo anche delle pastiglie di umiltà: ricordati di prenderle ogni sera, non fare come me, che le appoggio sul comodino e poi mi addormento spesso senza toccarle.
Non ho messo la rabbia, l’invidia e la tristezza, e per sicurezza ho sigillato tutti gli spifferi del baule con il mio amore. Quelle tre cercheranno di entrare in ogni caso, ma ti assicuro che non serviranno a molto.
Ho infilato di nascosto la bottiglia di vino che amo di più al mondo: lo berrai fra un po’ di anni, e allora potrai sentire il sapore della tua terra e la bellezza delle rose.
Ho impacchettato il baule con la fatica, perché rimanesse appiccicata alle tue mani.
E te l’ho spedito poco dopo averti detto buona notte.

Ti potrebbe interessare anche

15 Commenti

  • Rispondi Anna Piccitto 29 maggio 2014 at 15:24

    Vabbè aiuto. Non è che mi può venire il nodo in gola a alle 15 del pomeriggio….ho ancora tutta la giornata davanti. Bellissimo. Il baule che ogni mamma vorrebbe fare e ogni figlia vorrebbe ricevere.

  • Rispondi acasadiclara 29 maggio 2014 at 16:39

    daaaaaaaaaaai sono in ufficio e ho gli occhi lucidi. grazie

  • Rispondi acasadiclara 29 maggio 2014 at 16:40

    anche io voglio regalare un baule così per i miei figli

  • Rispondi thesunmother 29 maggio 2014 at 22:11

    Mi hai steso, Vale.

  • Rispondi Natalia 30 maggio 2014 at 15:35

    brava amica mia

  • Rispondi Silvietta 3 giugno 2014 at 22:43

    Amore.
    Io vi ho letto solo Amore.
    Raccontato nel migliore dei modi: amando.
    Brava.

  • Rispondi Ilaria Lo Cascio 12 giugno 2014 at 22:21

    Ecco, mi sono commossa!!!
    Grazie!!!

  • Rispondi Ricomincio Da Quattro 17 giugno 2014 at 8:54

    Vale stupendo, mi sono emozionata.
    Ti stringo
    Adri

  • Lascia una Risposta