amiche passato

Gli stessi cuori

13 febbraio 2013
Ci sono anime gemelle. Anime che si incontrano per caso e dopo due parole si rendono conto di essere simili. Di poter camminare sugli stessi binari. E di potersi anche fondere per un po’. Le puoi incontrare a qualsiasi età: da piccola come da adulta.
Basta un sorriso, una passione raccontata. Basta il titolo di un film o di un libro.
E poi ci sono persone che hanno lo stesso cuore. Persone che sono cresciute nella stessa terra, con le stesse radici. Persone che hanno parlato, studiato, riso, corso, cantato e anche pregato insieme. 
Persone che magari non senti per mesi e poi però sai che nel momento in cui le stai pensando, probabilmente loro stanno pensando a te. 
Sono persone con le quali non bisogna riempire il silenzio. Perché anche il silenzio è un racconto.
E’ un’amica alla quale, 26enne disperata, puoi chiedere di accompagnarti in un locale solo perché c’è lui. Per poi mollarla lì, da sola, e recitare la parte della drama queen con uno che non ti vuole più.
E’ un’amica che ad un certo punto lascia compagno lavoro e città per inseguire un sogno, e tu vivi il sogno con lei.
E’ un’amica con cui passi le estati in montagna a ballare in casa, e le serate in giro a sognare quei due.
E’ un’amica con cui piangi davanti ad una pizza che non mangerai in un locale in cui tutti stanno guardando la partita. 
E’ un’amica che non ti chiama mai, e se fosse un’altra ti arrabbieresti, ma sai che lei è così, e in fondo pure tu non chiami mai.
E’ un’amica che un giorno ti guarda con rimprovero, senza bisogno di parole. E tu vorresti difenderti ma stai zitta, perché sai di avere sbagliato.
E’ un’amica con la quale, 17enne, vai a cercare quel tizio dall’altra parte della città, in bus, solo per lasciargli un biglietto nella buca.
E’ un’amica alla quale scrivi una mail chiedendole di conservarla in caso ne avessi bisogno, per poi vedertela arrivare dopo un po’, oggetto: “Ecco qua. Ogni promessa è debito, bella”.
E’ un’amica che viene a suonarti il campanello, invece di inviarti un sms. 
E’ un’amica con la quale hai sempre potuto sognare, perché avete iniziato a 10 anni a farlo, e non potete smettere solo perché siete diventate grandi.
E’ un’amica che c’è sempre, qualsiasi cosa accada.
Non sai nemmeno che cosa sarebbe successo se vi foste incontrate più tardi. Se non aveste dormito in tenda insieme alle elementari, se non foste andate al mare insieme alle medie, se non aveste passato i pomeriggi a guardare Beverly Hills, se non vi foste conosciute da piccole, quando eravate magrissime e con i capelli lunghi, biondi, rossi, lisci o con i boccoli, a seconda delle follie e delle permanenti.
E non potrai mai saperlo, perché gli stessi cuori nascono nello stesso humus, sono fatti della stessa sostanza, sono piccoli muscoli che si sviluppano ascoltando gli stessi suoni, e possono passare mille anni, e i capelli possono accorciarsi, le strade dividersi, ma loro, i cuori, saranno sempre come gemelli che provano le stesse sensazioni. E non c’è un perché, come non c’è un perché al bene fra fratelli o sorelle.
C’è qualcosa di scintillante nelle anime gemelle, e c’è qualcosa di profondo e allo stesso tempo naturale negli stessi cuori. 
La vita a volte può regalarti un’infanzia bellissima, fatta di una famiglia che ami e di palazzi alti, una chiesa e quattro vie con un giardino al centro. Un piccolo mondo fatto di tante anime colorate dipinte su una tela unica, bianca, indistruttibile.
E a volte può regalarti persone che potranno andare lontano ma non smetteranno mai di avere il tuo stesso cuore.
Oggi è il compleanno di uno di questi cuori. Auguri, Sabri. 

Ti potrebbe interessare anche

22 Commenti

  • Rispondi towritedown 13 febbraio 2013 at 17:52

    Sai, ieri era il compleanno di uno di questi cuori, Ilaria.
    E io non le ho fatto gli auguri perchè lei non mi chiama mai. E neanche io.
    Il messaggio l’ho mandato poco prima di digitare queste righe e di pensare che forse le mando pure il link, chissà mai che emozionino anche lei come hanno fatto con me.

    Io intanto rispondo anche ad un’altra mail, a una appena giouta che mi ha strappato un sorriso in un iufficio tetro con una proposta che non posso certo rifiutare!

    Vedi, Vale, di cuori così per fortuna la vita ce ne fa incontrare tanti, anche da grandi…

    Un bacio
    G.

    • Rispondi Vale - Bellezza Rara 13 febbraio 2013 at 21:55

      Brava Grazia, hai fatto bene a scriverle!
      E comunque è vero: si incontrano anche da grandi. Anche grazie ai blog!
      Un bacio a te.

  • Rispondi acasadiclara 13 febbraio 2013 at 18:48

    bellissimo post, anche io delle amiche così. alcune perse nel mondo, alcune mai dimenticate, alcune lontane, alcune che non lo sono più. grazie che commozione. ciao

  • Rispondi Francesca Patatofriendly 13 febbraio 2013 at 18:51

    Mi hai fatta piangere e soffrire un po’. Perche’ ho ricordato un’amica cosi’ che poi diventi grande, ti ritrovi a vivere a piu’ di mille chilometri di distanza, i periodi brutti ti fanno smettere di chiamare perche’ non ce la fai ma i periodi brutti ce li ha anche lei e allora le telefonate si fanno sempre piu’ rare e le cose non dette macigni.
    E mi hai fatta rendere conto che il voler bene non finisce, anche quando non la senti piu’, anche quando ormai le vostre vite hano preso direzioni cosi’ diverse che sarebbe impossibile riannodare i fili.
    E allora speri che stia bene, che sia felice, che sia finalmente serena, che abbia smesso di fare “la dura per finta” e di guardare con diffidenza il mondo per paura di essere ferita. Speri che l’uomo che ha scelto la colmi di amore le giornate e di sorrisi le notti. Speri che provi a “mettersi” in gioco e ad avere un figlio, perche’ non e’ vero che i figli sono solo un impegno e un legame. Speri che stia sorridendo e forse speri che capiti qui, su questo blog, e leggendo questa mail ti ricosca nonostante il nick e capisca che le vuoi bene e le auguri tutto il meglio.
    Perche’ non c’e’ sempre un lieto fine ma i ricordi, quelli dei pezzi di vita condivisi e del crescere insieme, quelli non muoiono mai e le persone a cui hai voluto cosi’ bene e che te ne hanno voluto avranno sempre un posto nel tuo cuore.

    • Rispondi Vale - Bellezza Rara 13 febbraio 2013 at 22:07

      Hai ragione, Francesca: i ricordi non solo sono vivi, ma tengono anche in vita quei fili che a volte si possono anche riannodare…Ti auguro di ritrovare la tua amica, in qualche modo. Un abbraccio forte!

  • Rispondi Francesca 13 febbraio 2013 at 20:08

    una sorella così mi manca perché fin da piccola ho cambiato talmente tante città che sarebbe impossibile averla. Però di anime gemelle, che mi riempiono il cuore ne ho incontrate tante e spero di incontrarne ancora;-))

    • Rispondi Vale - Bellezza Rara 13 febbraio 2013 at 22:08

      🙂 però che bello cambiare tante città! io che sono nata e cresciuta a Torino ho sempre sognato di vivere un po’ qua e un po’ là! ciao Francesca!

  • Rispondi thesunmother 14 febbraio 2013 at 0:02

    Le amicizie sono importanti e vanno coltivate e accudite come piante delicate, altrimenti non fioriscono. E’ bello vedere che anche tu ci credi e che lo fai con tanta grazia.
    Da figlia unica, credo nell’amicizia più che in qualsiasi altro sentimento e amo di un amore incondizionato le mie amicizie, poche e vere.
    Tra queste righe mi riconosco, dell’affetto enorme che traspare ne conosco ogni tratto.
    Auguri alla tua Sabrina e un abbraccio a te!

  • Rispondi Francesca 14 febbraio 2013 at 0:40

    Io e la mia migliore amica, che ha deciso di vivere lontano per inseguire il suo sogno, non ci telefoniamo praticamente mai. Ci pensiamo. Sempre e tantissimo. Può sembrare buffo e assurdo, ma e’ il nostro modo di volerci un bene immenso. Ogni volta che la penso la sento vicinissima. Perché so che lei sta facendo altrettanto.
    Questa e’ la magia dell’Amicizia vera.

  • Rispondi marelibera 14 febbraio 2013 at 0:43

    Ho cambiato tante città da quando sono nata. E c’è un cuore, come il mio, che vive in ognuna di quelle città.
    Quei cuori che, quando ci si risente o rivede, a volte dopo una vita, e mille cose sono cambiate e mille altre sono rimaste uguali, sembra sempre e comunque di essersi salutati la sera prima, sulla porta di casa, con un abbraccio e un semplice, banalissimo, bellissimo:” a domani!”
    Un abbraccione

  • Rispondi neveverde 14 febbraio 2013 at 1:28

    ci sono sorelle di sangue e sorelle di vita…..
    che bella l’amicizia

  • Rispondi francesca rossi 14 febbraio 2013 at 11:48

    oggi (nel senso di 14) è anche il compleanno della mia amica, l’amica a cui ho pensato dalla prima riga del tuo post, con cui abbiamo foto insieme già dal box, in tutina e pannolone. 🙂 posso farglielo leggere?

  • Rispondi GAB 14 febbraio 2013 at 22:26

    come francesca anche io ho pensato subito “ALLA” mia amica (che tra parentesi è nata 3 giorni fa), la mia testimone di nozze. Non ci conosciamo da sempre, ma il nostro rapporto forte è nato 15 anni fa. Ora lei abita lontano, ma ci sentiamo quasi ogni giorno e se ciò non avviene non è un problema…sappiamo che ci siamo. Poi però ho pensato anche a altre amiche. Le cose che ti racconti sono ben distribuite tra loro, appunto. Sono lontane e ci sentiamo poco, pochissimo, ma so perfettamente che ci sono. E questi pensieri mi fanno sentire felice 🙂

  • Rispondi Marta 14 febbraio 2013 at 23:37

    Grazie per queste belle parole!

  • Lascia una Risposta