Parigi Vacanze viaggi

Ciao Parigi (noi ci teniamo l’influenza)

30 dicembre 2012
Sia chiaro, ci sarebbe piaciuto tanto venirti a trovare.

Avremmo tanto voluto girovagare per il Marais, infilarci nei negozi più strani e fare acquisti improbabili come quelle dita appendiabiti che dobbiamo ancora attaccare al muro.
Avrei voluto tanto camminare estasiata fra gli scaffali del Monoprix e scegliere i cibi più strani e ovviamente più calorici.
Avrei adorato andare a cena, finalmente anche con Guia, da Chez Paul, per guardarmi attorno e sentirmi un po’ parigina.
Avremmo amato semplicemente la tua atmosfera, i tuoi colori gialli ocra e marroni, le bici anche d’inverno, il freddo che ti sfiora il viso e le tue nuvole. Sottili e veloci.
Avrei comprato un braccialetto di corda da Merci da 1 euro sognando di acquistare altre 1.500 cose inarrivabili.
Avrei amato il TGV per le prime tre ore, per poi odiarlo nelle ultime due.
Avrei portato la treenne ricciolona a bere un tè alla menta all’Istituto del Mondo Arabo.
Avremmo evitato il 99% dei musei per camminare dalla mattina alla sera.
Avrei pensato al mio libro preferito, La vita davanti a sé, e a Momò.
Avrei detto a E. “Non ti ricorda un po’ Torino?”, per vederlo alzare gli occhi al cielo e dire “Certo, come no”.
…Ma ha vinto l’influenza, e quindi siamo rimasti qua, nella nostra piccola Parigi.
E per averti un po’ con me, ogni tanto guardo questo video. L’hanno realizzato dei ragazzi di Brooklyn (gli stessi che hanno girato questo). Loro sono bravi, e tu sei bellissima.
p.s.: Buon 2013. A te, a Torino, a tutti.

Ti potrebbe interessare anche

9 Commenti

  • Rispondi La mia vita semplice 30 dicembre 2012 at 21:52

    ma….. allora non sono l’unica a vedere Torino un po’ simile a Parigi!

  • Rispondi GAB 30 dicembre 2012 at 23:54

    beh…intanto buon fine anno torinese!:-)

  • Rispondi Starsdancer 31 dicembre 2012 at 15:19

    Bel video peccato per il viaggio 🙁 buon anno anche a te 🙂

  • Rispondi Loredana Gasparri 31 dicembre 2012 at 16:45

    Influenza rompiscatole…ma non appena passa, scatta il viaggio premio a Parigi.
    Buon 2013!

  • Rispondi Paolina Notaro 5 novembre 2013 at 19:18

    non so come avevo fatto a perdermi questo post…ecco tutto quello che hai scritto…avrei fatto, perché l’ho fatto anche più di una volta…in quasi un anno di Paris.
    che bello. e ogni volta che emozioni…ci lascio sempre un pezzo di cuore…
    la prossima volta che torniamo porteremo anche i bimbi, lo scorso anno ci siamo regalati una 3 giorni nella “nostra ville” senza di loro…ma ho troppa voglia di condividerla con i miei bimbi…visto che in fondo un po’ appartiene anche a loro…è stata lei a far incontrare e amare i loro genitori. Paris.

  • Lascia una Risposta